Villetta

Molto frequente la situazione di villette unifamiliari o bifamiliari cn copertura in lastre di eternit contenenti amianto. La sicurezza incide sempre molto in proporzione al costo finale dei lavori in quanto tutto il perimetro coincide con l’appartamento di proprietà.

Oltre a predisporre un ponteggio perimetrale dovrà essere noleggiata un’adeguata autogru che permetta di poter movimentare i bancali di amianto rimosso dalla copertura al trasportatore autorizzato per il conferimento in discarica autorizzata.

Spesso capita che sotto la copertura in eternit vi sia stesa della lana di roccia. la normativa prevede che questo materiale sia anch’esso rimosso, inserito in big bags e smaltito in discarica autorizzata come materiale pericoloso in quanto contaminato da fibra d’amianto.

La nuova copertura quasi sempre coincide con dei pannelli sandwich coibentati con poliuretano espanso ad alta densità di almeno cm. 10 di spessore. Il materiale metallico di cui sono costituiti i pannelli sandwich può essere sostanzialmente di 3 tipologie:

  • Lamiera preverniciata
  • Alluminio preverniciato
  • Rame

Nella grande maggioranza delle volte si predilige di ricoprire con alluminio preverniciato sia per la copertura che per la parte di lattoneria (canali di gronda, scossaline laterali, convesse, colmi, pluviali, scossaline camini ecc ecc.)

I colori che per la grande maggioranza viene scelto è il “bianco grigio” (colore che tende a mantenere più fresco il sottotetto) e il colore “testa di moro” (colore che assomiglia molto al rame antichizzato.

Gli spessori sia di copertura che della lattoneria variano a secondo della scelta della committente , nella grande maggioranza dei casi viene scelto uno spessore di alluminio di 6/10 per la copertura e di 10/10 per la lattoneria.