ROMA. Allarme amianto in RAI

02.04.2014. E’ ancora allarme amianto ed eternit in Rai. Dopo l’annosa questione della bonifica del palazzo della direzione regionale, lo storico edificio di viale Mazzini 14, adesso un’altra crepa si è improvvisamente aperta sul fronte della sicurezza degli edifici che ospitano gli studi della tv pubblica: nella storica Dear film molti locali sono ancora pieni di amianto. La Asl competente ha dato alla Rai 180 giorni di tempo per bonificare l’intero complesso, ma per farlo servirebbero 15 milioni di euro. Che la Rai non ha. E già si pensa a chiudere il Centro Nomentano (così si chiama oggi la ex Dear Film), piuttosto che bonificarlo.

La situazione sta creando imbarazzo ai vertici Rai che non sanno come uscirne. Dice il consigliere d’amministrazione Antonio Verro, interrogato da ilfattoquotidiano.it sulla questione: “Apprendo da voi l’esistenza di un problema così grave, di cui chiederò conto, appena possibile, alla direzione generale; è increscioso che di una situazione di questo genere il cda Rai sia tenuto totalmente all’oscuro. La responsabilità è in mano al direttore generale e non ho la più pallida idea di cosa abbia in mente, ma chiudere studi che ospitano ogni giorno 400 lavoratori del programma mi sembra una pura follia. Mi auguro che si riesca a trovare una soluzione mediana”.