Rimozione eternit

Rimozione eternit

La rimozione dell’eternit viene necessariamente effettuata in ambiente aperto, non confinabile, e, pertanto, deve essere condotta limitando il più possibile la dispersione di fibre.

Obbligo di rimozione e smaltimento di tutto il materiale contenente amianto:

Il Dlgs. 257/1992, ha stabilito obblighi per gli enti pubblici e per i privati circa gli immobili con presenza di materiale contenente amianto (e quindi anche eternit).

Decreto legislativo 257/2006 e P.R.A.L. del 17-01-2006

Detti obblighi sono stati riconfermati dal Dlgs. 257/2006, nonchè dal Piano Regionale Amianto Lombardia (P.R.A.L.) pubblicato in data 17.01.2006, ove in particolare si confermano i seguenti obblighi:

  • Da parte delle ASL di procedere con il censimento mediante mappatura dei fabbricati con presenza di materiale contenente amianto entro la fine del 2008, anche con l’utilizzo di tele-rilevamento.
  • Da parte dei proprietari degli immobili di:
    1. Notificare alle ASL tramite il mod. NA/1 la presenza di amianto in strutture o luoghi.
    2. Trasmettere alle ASL algoritmo per la valutazione dello stato della copertura in cemento amianto
    3. Effettuare valutazione del rischio del manufatto secondo l’algoritmo
    4. Nominare la figura di un “Responsabile con compiti di controllo e coordinamento di tutte le attività manutentive connesse al manufatto contenente amianto”

Le ASL una volta che avranno effettuato la mappatura procederanno all’incrocio tra quanto da loro rilevato e quanto denunciato dai proprietari ed in caso di mancate denunce procederanno con delle sanzioni.