Nuova Legge di Stabilità 2017

Tutto sulle Detrazioni Fiscali

Incentivi per la classificazione sismica, ecobonus anche per amianto, cessione dei crediti e sistemazione a verde delle pertinenze nella legge di bilancio.

In materia di smaltimento amianto è arrivata una gradita ma eccessivamente tardiva notizia con il decreto 15 giugno 2016 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio in data 17 ottobre 2016 che prevede un credito d’imposta per alcune tipologie di opere relative allo smaltimento amianto; tale decreto individua le disposizioni applicative della precedente legge 221/2015 la quale, a sua volta, prevedeva che le opere di bonifica dovessero essere realizzate nel corso dell’anno 2016. Ormai l’anno 2016 è concluso, ma è presumibile che la tardiva pubblicazione delle disposizioni applicative generi la possibilità che le medesime detrazioni saranno possibili anche per il 2017.

Dopo l’approvazione alla Camera e in Senato, la Legge di Stabilità 2017 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Sono state prorogate le detrazioni fiscali: Ecobonus 65% per gli interventi di efficientamento energetico, la Detrazione 50% per le ristrutturazioni e il Bonus Mobili. Approvati anche Sismabonus, detrazioni potenziate per i condomini e la riqualificazione alberghi. La legge entra in vigore il 1°gennaio 2017.

Riepiloghiamo di seguito punto per punto quanto previsto.

 Ecobonus 65%

Confermata la proroga fino al 31 dicembre 2017 dell’Ecobonus 65% sugli interventi di efficientamento energetico delle singole unità immobiliari.
La Detrazione 65% ha come obiettivi:

  • miglioramento della prestazione energetica degli edifici;
  • l’integrazione e lo sviluppo delle fonti rinnovabili negli edifici;
  • sostegno alla diversificazione energetica;
  • promozione della competitività dell’industria nazionale attraverso lo sviluppo tecnologico;
  • conseguimento degli obiettivi nazionali in materia energetica e ambientale.

I tetti massimi di detrazione sono di 100.00060.000 e 30.000 euro.

Per la riqualificazione energetica, il tetto massimo di detrazione prevista è di 100.000 euro, equivalente a una spesa massima di 153.846,20 euro.

Per serramenti e infissipannelli solari e la coibentazione di pareti e coperture, il tetto massimo di detrazione prevista è di 60.000 euro, per una spesa massima di 92.307,69 euro.

Per le caldaie a condensazione, a biomassa e le pompe di calore, il tetto massimo di detrazione prevista è di 30.000 euro, per una spesa massima di 46.153,85 euro.

Ecobonus Condomìni

La Finanziaria 2017 proroga fino al 2021 gli interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali o che interessino tutte le unità immobiliari del condominio. Gli interventi di efficientamento energetico nei condomìni usufruiranno di bonus in base all’entità dei lavori e ai risultati raggiunti. Si parte dal 65% e si arriva al 70% se l’intervento riguarda almeno il 25% dell’involucro (il cappotto) dell’edificio e al 75% se la certificazione attesta il miglioramento della prestazione energetica invernale e estiva. Le detrazioni saranno calcolate su un ammontare delle spese fino a 40mila euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio. Il Bonus è detraibile in 10 rate annuali.

Detrazioni Fiscali Ristrutturazioni

Prorogato anche fino al 31 dicembre 2017, il Bonus 50% per i lavori di ristrutturazione sulle singole unità immobiliari e le parti comuni dei condomini.

Riqualificazione alberghi

L’Ecobonus è esteso anche agli alberghi. Per il 2017 e il 2018 sarà riconosciuto un credito di imposta del 65% per la riqualificazione delle strutture ricettive turistico alberghiere, inclusi gli agriturismi.